Dom 21 Luglio 2019 — 11:54

Banco Bpm e Mps guidano il rimbalzo delle banche con spread dopo S&P



Il rimbalzo viene innescato dal ritorno degli acquisti sui Btp. La conferma del rating BBB da parte di Standard & Poor’s mette inoltre al riparo le banche da eventuali downgrade a cascata

s&p banche italia rating

Banche in spolvero come previsto sulla Borsa di Milano dopo la conferma del rating italiano da parte di S&P e il miglioramento dello spread. Banco Bpm e Mps, con rialzi superiori al 3%, trainano questa mattina il rimbalzo del comparto, che sul Ftse Italia Banche aveva ceduto la scorsa settimana il 3,2%. Stamani, sulla scia del restringimento dello spread, l’indice bancario di Piazza Affari recupera un +1,7%.

Banche rimbalzano in Borsa con spread dopo S&P

Il rimbalzo viene innescato dal ritorno degli acquisti sui Btp. Lo spread con il Bund tedesco segna 255 punti dai 260 punti di venerdì, mentre giovedì scorso la quotazione aveva toccato i 270 punti. Il “termometro” del rischio Paese dunque si raffredda, anche se i livelli restano decisamente alti.

La conferma del rating BBB da parte di Standard & Poor’s mette inoltre al riparo le banche da eventuali downgrade a cascata.

S&P: rating confermato a BBB

L’analisi di S&P, che ha confermato per l’Italia un rating che è due gradini sopra il non-investment grade, descrive un quadro in chiaroscuro per l’economia tricolore. L’Italia, riconosce l’agenzia di rating, è “un’economia prospera e diversificata che genera surplus esterni con il resto del mondo”. Viene inoltre citato il “sostegno” all’appartenenza dell’Italia all’Eurozona nonostante “lo scetticismo” in parte dell’elettorato, e l’elevato risparmio nel settore privato “che eccede le spese pubbliche”.

Outlook negativo, deficit e debito sotto la lente dell’aegnzia di rating

L’outlook negativo, precisa però S&P, significa che il rating “può essere rivisto al ribasso nei prossimi 24 mesi se deficit e debito eccederanno significativamente le nostre previsioni, se ci sarà un marcato deterioramento delle condizioni finanziarie e se ci saranno cambiamenti di politica che indeboliscono il potenziale di crescita dell’economia”. La prossima revisione del rating da parte di S&P è in calendario a ottobre.

L’agenzia sprona il governo sul fronte delle riforme e mette in guardia da “continui cambiamenti politici indeboliscono il potenziale di crescita”. In Italia, sia per il governo sia per le banche si registra “un marcato deterioramento delle condizioni finanziarie esterne”, sottolinea Standard and Poor’s.

Tornando a Piazza Affari, alle ore 10,11 la reazione della Borsa sul comparto bancario vede Banco Bpm a +3,11%, Ubi Banca +2,6%, Bper, Unicredit e Intesa Sanpaolo +2,2%, Mps +3%, Creval +1,8%, Popolare Sondrio +1%, fra le altre.

pirelli tronchetti provera 19-07-2019 — 11:05

Pirelli, Tronchetti Provera alla guida fino al 2023

Verso il rinnovo dei patti con ChemChina, sarebbe inoltre vicina l’attesa integrazione tra Prometeon e la cinese Aeolus nei pneumatici industriali

continua la lettura