Ven 27 Maggio 2022 — 15:15

Banco Bpm: dividendo 2022 a 19 centesimi, da Citi raccomandazione buy



Il titolo corre in Borsa sulla scia dei conti migliori delle attese e dei giudizi degli analisti

banco bpm release

Azioni Banco Bpm sugli scudi oggi in Borsa dopo i risultati 2021 e un dividendo 2022 (a valere cioè sull’esercizio appena chiuso) alzato a 19 centesimi. Aumenta il payout a beneficio degli azionisti, come sottolinea il ceo Giuseppe Castagna. Gli analisti di Citi promuovono il titolo a buy.

Banco Bpm: dividendo 2022

Nella seduta il Consiglio di amministrazione di Banco Bpm ha deliberato di proporre alla prossima assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo 2022 di 0,19 euro per azione, al lordo delle ritenute di legge, per una distribuzione complessiva di 287,9 milioni.

Tale distribuzione, se approvata dall’assemblea, avrà luogo il giorno 21 aprile 2022 (data di pagamento) con data di stacco cedola il 19 aprile 2022 (ex date) e record date il 20 aprile 2022.

Banco Bpm: risultati 2021

L’istituto aveva diffuso i dati di bilancio ieri nel pomeriggio inoltrato ma a Borsa ancora aperta, rimediando già un rialzo di oltre il 2%. Oggi il mercato mette ulteriormente a fuoco i risultati 2021 di Banco Bpm, con profitti balzati dai 21 milioni di un anno fa a 569 milioni e con un utile normalizzato record di 710 milioni, alla luce dei quali la banca ha espresso piena fiducia nel raggiungimento dei target del piano strategico presentato lo scorso  autunno.

Nel solo quarto trimestre la banca di Piazza Meda ha registrato profitti per 97 milioni contro i 79 previsti dal consensus), consentendo appunto di destinare ai soci la metà degli utili, pari a 288 milioni.

Giuseppe Castagna

“Siamo molto contenti di annunciare i migliori risultati dalla fusione, con un risultato adjusted di 710 milioni e un rote del 6,9%, che ci permettono di proporre all’assemblea degli azionisti un pay-out del 50%, ben al di sopra dei target del nostro piano strategico”, ha detto l’amministratore delegato Giuseppe Castagna. “C’è spazio – ha aggiunto – per un potenziale ulteriore aumento della remunerazione degli azionisti nell’orizzonte di piano”.

Castagna ha inoltre spiegato che, almeno per il momento, resterà fuori dal risiko: “Stiamo cercando di realizzare in modo soddisfacente i target del nostro piano industriale. Non vediamo opportunità per altre fusioni“, ha detto agli analisti, confermando la recente cautela sull’ipotesi terzo polo bancario.

Banco Bpm, raccomandazioni positive

I conti dell’istituto e le parole del manager hanno convinto gli analisti di Citi ad alzare il rating da neutral a buy e il target price da 3,35 a 3,60 euro; stessa raccomandazione (confermata) da Equita Sim (con target price di 3,70 euro) aala luce del “possibile aumento della remunerazione agli azionisti nell’arco di piano”. Da parte sua Jefferies conferma il buy con prezzo obiettivo a 4,50 euro, evidenziandi come la vera novità arrivi dall’aumento del payout ratio dal 40% al 50% (e dividend yield al 6,4%) con il management che lascia la porta aperta ad ulteriori incrementi nell’orizzonte del piano, con un mix tra dividendi e buyback. Gli analisti di Mediobanca restano buy, con tp a 3,7 euro. Il management, segnala il broker, ha affermato che esistono le condizioni per un aumento del payout ratio al 70%, con un dividendo cash cumulato di oltre 2 mld di euro (più del 47% della capitalizzazione), mantenendo il Cet1 ratio al 12,5%-13% e un MDA buffer a 400-450 punti base. “Anche se non possiamo considerarla una nuova guidance – affermano gli esperti – dimostra il significativo potenziale di distribuzione del capitale della banca. D’altro canto riteniamo corretto assumere un payout del 50% anche nei prossimi anni, oltre la guidance del 40%”. Mediobanca considera positiva anche la sensibilità all’aumento dei tassi così come l’outlook fornito dal management per il 2022, migliore delle attese in termini di commissioni e costo del rischio. Barclays conferma overweight e target di 4 euro: “Vediamo potenziale qui in termini di: 1) maggiore distribuzione del capitale, 2) elevata sensibilità ai tassi, 3) ulteriore rafforzamento nelle dinamiche di wealth management 4) esposizione alle regioni più vitali d’Italia, a sostegno delle commissioni bancarie tradizionali, 5) accelerazione dei target di bancassicurazione”.

In Borsa alle ore 10,15 le azioni Banco Bpm corrono con un +5,71% a 3,165 euro.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura