Mar 18 Gennaio 2022 — 09:15

Banche, raffica di nuovi bond: Credem, Crédit Agricole, Banco Bpm



Emissioni che si spiegano anche con il trend al rialzo dei rendimenti obbligazionari che spingono le società (compresi gli istituti di credito) a raccogliere liquidità prima che salga ulteriormente il costo del funding

creval delisting credit agricole

Banche italiane super attive in questo primo scorcio dell’anno nel collocamento di bond di vario tipo. Emissioni che si spiegano anche con il trend al rialzo dei rendimenti obbligazionari che spingono le società (compresi gli istituti di credito) a raccogliere liquidità prima che salga ulteriormente il costo del funding. La domanda in ogni caso è buona.

Fra le banche che hanno emesso nuovi bond negli ultimi giorni spicca la big Unicredit che ha emesso un bond senior preferred da 1,75 miliardi; stesso tipo di emissione da parte di Mediobanca, ma per mezzo miliardo. Nelle ultime ore si sono aggiunti con diversi formati i bond Crédit Agricole Italia, Credem e Banco Bpm, in quest’ultimo caso un subordinato che “contribuisce all’ulteriore rafforzamento della già robusta struttura di capitale della Banca”.

Crédit Agricole Italia ha emesso un covered bond (obbligazione bancaria garantita) che è il primo del 2022 sul mercato italiano. L’emissione, proposta in formato dual-tranche con scadenze a 10 e 20 anni, ha raccolto ordini per più di 2 miliardi, ben superiori all’importo previsto. Le due tranche hanno le seguenti caratteristiche: il primo 1 miliardo, durata 10 anni (scadenza 20 gennaio 2032) a tasso midswap maggiorato di uno spread di 10 punti base e cedola annua lorda pari a 0,375%, 80 bps sotto il rendimento di Btp di durata analoga; il secondo 500 milioni, durata 20 anni (scadenza 20 gennaio 2042) a tasso midswap maggiorato di uno spread di 20 punti base e cedola annua lorda pari a 0,750%, 107 bps sotto il rendimento di Btp di durata analoga.

Fra le altre obbligazioni bancarie, Credem ha emesso con successo il suo primo green bond, destinato a investitori istituzionali, per un ammontare pari a 600 milioni di euro. L’operazione ha ottenuto richieste per 1,1 miliardi di euro, circa 2 volte l’offerta. L’obbligazione avrà una durata di 6 anni, con un tasso effettivo dello 1,126%.

Banco Bpm ha portato a termine con successo una nuova emissione subordinata Tier 2, con scadenza dieci anni (gennaio 2032), rimborsabile anticipatamente cinque anni prima della scadenza, per un ammontare di 400 milioni. Quanto al rendimento, il titolo è stato emesso ad un prezzo pari a 99,521 e paga una cedola fissa del 3,375% per i primi 5 anni; qualora non rimborsato, la cedola per il successivo periodo fino a scadenza verrebbe rideterminata sulla base del tasso swap a 5 anni alla fine del quinto anno, aumentato di uno spread pari a 340 punti base.

borsa italiana oggi 18-01-2022 — 08:31

Borsa italiana oggi: Atlantia, Telecom, Stellantis

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura