Mar 26 Gennaio 2021 — 09:55

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti



Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

azioni Eni

Azioni Eni deboli oggi a Piazza Affari in attesa di novità sul fronte Opec e dopo che gli analisti di Jp Morgan in un report hanno manifestato grande cautela sul titolo del Cane a sei zampe. In generale il broker americano si aspetta un “super ciclo” in arrivo per il settore oil & gas, al momento con alcuni distinguo per il colosso petrolifero italiano.

Azioni Eni, Jp Morgan alza target price ma resta sotto peso

Jp Morgan ha alzato il target price su Eni da 8 a 8,50 euro in previsione del prossimo anno, ma ha confermato la raccomandazione underweight.

La banca Usa ritiene che la ripresa della domanda a seguito dei prossimi vaccini contro il coronavirus sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” è all’orizzonte per le compagnie oil & gas.

Eni tuttavia fa i conti con una valutazione relativamente alta, sostiene Jp Morgan, combinata con un rendimento inferiore sul free cash flow.

Azioni Eni, attesa per l’Opec

Il broker non è stato comunque benevolo neppure nei confronti di Total, declassata nello stesso report da overweight a neutral con un prezzo obiettivo di 44 euro; e su Repsol che scende da neutral a underweight con target di 8 euro. promozione invece per Royal Dutch Shell che passa da neutral a overweight con target price di 1700 GBp.

Le compagnie in questi giorni attendono di conoscere quali saranno le strategie messe in campo dall’Opec e dai suoi alleati dell’Opec+, come la Russia. La riunione, iniziata lunedì scorso e poi rimandata a domani, ha visto finora i produttori divisi sull’opportunità di estendere gli attuali tagli. Un passaggio chiave anche per Eni, che nell’anno del coronavirus ha chiuso i primi 9 mesi 2020 con una decisa perdita.

Il petrolio oggi scambia debole sui future con il Brent a 47 dollari e il Wti sopra 44 dollari al barile dopo il recupero delle scorse settimane.

Eni, al lavoro con Enel su idrogeno verde

Intanto oggi una nota congiunta di Enel ed Eni ha reso noto che le due aziende stanno lavorando insieme per sviluppare progetti di idrogeno verde attraverso elettrolizzatori alimentati da energia rinnovabile.

Gli elettrolizzatori saranno posizionati nelle vicinanze di due delle raffinerie Eni presso cui l’idrogeno verde possa rappresentare la migliore opzione di decarbonizzazione. Ciascuno dei due progetti pilota includerà un elettrolizzatore di circa 10 MW e si prevede che inizino a generare idrogeno verde entro il 2022-2023.

“Questa collaborazione – ha spiegato l’ad Claudio Descalzi – rientra nella più ampia strategia di transizione energetica di Eni. Il nostro obiettivo è quello di accelerare la riduzione della nostra impronta carbonica, implementando le migliori soluzioni applicabili a basse emissioni di Co2, verdi o blu, per ridurre le nostre emissioni dirette e fornire prodotti bio ai nostri clienti”.

In Borsa alle ore 11,37 le azioni Eni segnano -0,86% a 8,343 euro.

Borsa italiana oggi 26-01-2021 — 08:31

Borsa italiana oggi: Banco Bpm, Saipem, Tenaris

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente debole

continua la lettura