Mar 25 Giugno 2019 — 22:29

Azimut raddoppia l’utile nel trimestre



Con il maxi dividendo da 1 euro saranno distribuiti quest’anno circa 200 milioni, i piani di buyback “nei prossimi mesi”

Utile quasi raddoppiato per Azimut nel terzo trimestre 2016. E, con il maxi dividendo di 1 euro per azione, quest’anno saranno distribuiti circa 200 milioni di euro.

In particolare, il gruppo del risparmio gestito ha segnato un utile netto consolidato di 53,5 milioni di euro, con un incremento del +94% rispetto ai 27,5 milioni dello stesso periodo del 2015.

Azimut, secondo quanto si legge in una nota, ha inoltre segnato “la migliore raccolta netta da inizio anno nel settore”, pari a 5,6 miliardi di euro, e il secondo migliore utile netto consolidato nel trimestre. I ricavi consolidati crescono a 186,4 milioni da 133 milioni con un reddito operativo di 64,1 milioni, in salita da 34,4 milioni. Sui nove mesi l’utile netto è di 121,3 milioni, in calo dai 208 milioni dello stesso periodo del 2015, con ricavi per 499 milioni (da 547,6 milioni) e un reddito operativo di 137 milioni (erano 232,8 milioni). La posizione finanziaria netta a fine settembre era positiva per 249,3 milioni contro 336,2 milioni a fine dicembre 2015 e 348,1 milioni a fine settembre 2015.

Nei primi nove mesi del 2016 sono stati pagati dividendi ordinari per 67 milioni e sono state fatte acquisizioni all’estero per 48 milioni. Tenuto conto del dividendo di 1 euro per azione, per circa 133 milioni complessivi, che sarà corrisposto dal 23 novembre, in seguito all’avvenuta cancellazione da parte della Banca d’Italia dall’albo delle Sim, il gruppo – sottolinea la nota – avrà distribuito nel corso del 2016 un dividendo ordinario totale di circa 200 milioni (1,5 euro per azione), equivalente a un payout del 80% e a uno yield del 7%.

Secondo l’AD Sergio Albarelli “la crescita godrà di un’ulteriore spinta con la recente riorganizzazione che consolida le due anime di Azimut, gestione e distribuzione, e ci consente di non essere più soggetti all’applicazione della Crd IV. Come conseguenza potremo proseguire nel nostro impegno volto a creare valore per i nostri azionisti, nell’immediato attraverso il pagamento della restante parte di dividendo il 23 novembre e nei prossimi mesi con piani di buyback”.

Sul fronte del reclutamento fra consulenti finanziari e private banker si contano nei primi nove mesi 115 nuovi ingressi, che portano il totale delle reti del gruppo a 1639 unità.

milano cortina 2026 olimpiadi 25-06-2019 — 12:33

Olimpiadi Milano-Cortina: in Borsa festeggiano Buzzi, Risanamento, Salini Impregilo, Astaldi

Occhi puntati sugli investimenti nelle infrastrutture, comprese strade e villaggio olimpico. Anche due banche potrebbero beneficiarne

continua la lettura