Lun 08 Agosto 2022 — 02:47

Atlantia: ecco opa Benetton Blackstone, prezzo 23 euro più dividendo



Il valore complessivo dell’offerta incorpora un premio pari al 28,4% (24,4% senza cedola) rispetto al prezzo ufficiale delle azioni alla data del 5 aprile scorso, ultimo giorno di Borsa aperta prima dei rumors

Atlantia prezzo opa

Atlantia si prepara a dire addio alla Borsa: stamattina in preapertura è arrivato l’atteso annuncio dell’offerta targata Benetton Blackstone. Prezzo dell’opa 23 euro per azione. A questo si aggiunge un dividendo Atlantia 2022 di 0,74 euro. Obiettivo appunto, il delisting.

Atlantia: prezzo opa

Il prezzo dell’opa su Atlantia è di 23 euro, cui si aggiunge un dividendo di 0,74 euro che porta a 23,74 euro il valore dell’azione per chi aderisce all’offerta. Il dividendo sarà sottoposto all’assemblea degli azionisti il prossimo 29 aprile.

Il valore complessivo dell’offerta incorpora un premio pari al 28,4% (24,4% senza cedola) rispetto al prezzo ufficiale delle azioni alla data del 5 aprile scorso (ultimo giorno di Borsa aperta prima dei rumors su una potenziale operazione).

Atlantia era subito finita sotto la lente del mercato e il prezzo dell’opa di 23 euro era stato “indovinato” ieri dagli analisti di Kepler Cheuvreux che hanno portato su tale livello il target price, riducendo la raccomandazione da buy a hold.

Gli esperti delle banche d’affari non escludono possibili rilanci, ma sono scettici a riguardo. Lo scorso 30 marzo una proposta preliminare non vincolante era stata avanzata alla holding dei Benetton Edizione dai fondi Global Infrastructure Partners (Gip) e Brooksfield, alleati del gruppo spagnolo Acs di Florentino Perez.

Analisti

“Il pricing dell’offerta ci sembra attraente, anche in considerazione del premio sulla nostra valutazione di 20,5 euro per azione, che giá includeva un 5% di premio speculativo”, commentano gli analisti di Equita Sim, che hanno alzato il prezzo obiettivo da 20,5 a 23,74 euro, confermando la raccomandazione buy.

“Al momento non è esclusa una ipotesi di contesa sul titolo, anche se le probabilitá di scardinare l’attuale assetto di controllo di Atlantia sono basse”, sottolineavano ieri gli analisti.

Anche Banca Akros ha alzato target su Atlantia, portandolo da 18,5 a 23 euro, confermando la raccomandazione accumulate. “Allineiamo il nostro target price al prezzo dell’offerta” di Edizione, spiegano gli analisti, che ricordano come secondo le recenti indicazioni di stampa “Global Infrastructure Partners e Brookfield non starebbero considerando un approccio ostile per Atlantia”.

Opa Atlantia punta a delisting

L’offerta volontaria totalitaria viene lanciata dal veicolo Schemaquarantatrè, controllato da Schemaquarantadue di cui i Benetton detengono il 65% e il fondo americano il 35%. L’offerta ha ad oggetto un massimo di 552.442.990 azioni, rappresentanti il 66,90% del capitale e cioè tutte le azioni a eccezione di quelle in mano a Sintonia, controllata della holding Edizione, che detiene il 33,10%.

Raggiunto inoltre un accordo con la Fondazione Crt che porterà in adesione all’offerta lo 0,76% e, in caso di esito positivo dell’offerta, reinvestire tutti i proventi derivanti dalla vendita di tali azioni per sottoscrivere azioni del veicolo Schemaquarantadue alle stesse condizioni di Blackstone. Inoltre Fondazione Crt ha il diritto da esercitare fino al 22 aprile 2022 di estendere l’impegno di adesione anche su ulteriori 31,2 milioni di azioni (pari al 3,78%) con facoltà di reinvestire in tutto o in parte i proventi derivanti dalla vendita di tali azioni per sottoscrivere azioni di Schemaquarantadue.

“La ratio dell’offerta è quella di perseguire l’acquisizione di tutte le azioni in circolazione e, conseguentemente, il delisting”. Viene confermato l’impegno a “consolidare” la “posizione di leadership” nel settore delle infrastrutture. In una nota il presidente di Edizione Alessandro Benetton< ha speigato che "abbiamo scelto di intraprendere questa iniziativa anche al fine di preservare l'integrità e l'identità italiana del Gruppo".

Atlantia valorizzata 19 miliardi

Atlantia viene valorizzata 19 miliardi: in caso di integrale adesione, il controvalore massimo complessivo dell’offerta è pari a 12,76 miliardi.

L’esborso sarà reso possibile anche da un finanziamento per 8,22 miliardi sottoscritto con un pool di banche.

Nell’operazione l’offerente è assistito da Goldman Sachs Bank Europe succursale Italia, Mediobanca, Bank of America, Jp Morgan Securities, Ubs e UniCredit quali advisor finanziari, da Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, Legance – Avvocati Associati e Simpson Thacher & Bartlett LLP, quali advisor legali.

In Borsa il titolo Atlantia si spinge leggermente sopra il prezzo dell’opa: alle ore 9,48 +5,16% a 23,02 euro.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura