Mer 11 Dicembre 2019 — 21:35

Astaldi, offerte ai primi di febbraio. Ipotesi nuova cessione in Turchia



Si infittiscono le indiscrezioni sul destino di Astaldi con nuove tempistiche per le offerte vincolanti di Salini Impregilo e Ihi. Intanto torna in auge la Turchia con la cessione della quota del progetto autostradale Istanbul-Izmir

astaldi obbligazionisti

Titolo Astaldi in spolvero a Piazza Affari nei primi minuti di contrattazioni in scia alle nuove indiscrezioni sulle offerte vincolanti in arrivo nei primi giorni di febbraio.

Le offerte, inizialmente previste per ieri, devono infatti arrivare entro il 14 febbraio per essere inserite nel piano di rilancio da presentare al Tribunale di Roma e pertanto, scrive stamani il Sole 24 Ore, devono arrivare entro pochi giorni per consentire ai consulenti e ai commissari straordinari di valutarle.

Pur nell’incertezza di un possibile ruolo della Cdp, in lizza ci sono come è noto Salini Impregilo, che ha chiesto espressamente più tempo per elaborare la sua proposta, e i giapponesi di Ihi, che al momento starebbe lavorando per completare la sua offerta secondo il modello dell’accordo dell’anno scorso poi saltato per i problemi incorsi in Turchia per la cessione della concessione del Ponte sul Bosforo. I giapponesi, probabilmente entro la fine della settimana, dovrebbero dunque riproporre la proposta di partecipare a un aumento di capitale.

Salini Impregilo, dal canto suo, sta portando avanti un progetto più complesso che prevede il coinvolgimento delle banche creditrici in un’operazione di sistema. L’offerta dovrebbe essere formalizzata all’inizio della prossima settimana ma molto dipende dal ruolo della Cdp, interessata a intervenire per salvare l’intero settore delle costruzioni ma ancora alla finestra alla luce di alcuni vincoli statutari.

Nel caso la cassa approvi la proposta di Salini Impregilo si potrebbero seguire due strade da tempo oggetto di indiscrezioni e ricostruzioni di stampa: l’ingresso della Cdp nel capitale di Salini Impregilo per formare un polo aggregativo oppure l’acquisto di una quota della newco creata con le banche per rilevare il ramo costruzioni di Astaldi.

Intanto dalla Turchia arrivano voci sulla possibile vendita del 18% detenuto nel progetto da 7 miliardi di dollari per l’autostrada a pagamento Istanbul-Izmir. La società di scopo, che vede la partecipazione dei turchi di Nurol Holding, avrebbe avviato il beauty-contest tra alcune banche internazionali per le attività di consulenza.

Alle 9,31 il titolo Astaldi guadagna il 2,61% a 0,628 con un massimo intraday di 0,645 euro.

Intesa Sanpaolo cina 11-12-2019 — 11:38

Intesa Sanpaolo, prima banca straniera in Cina a svolgere attività di wealth management

Yi Tsai, costituita nel 2016, può ora dare avvio ad una piena operatività nel terzo mercato mondiale del settore

continua la lettura