Mer 17 Luglio 2019 — 21:47

Astaldi, il debito sale ancora. Condotte pronta per la vendita, Salini Impregilo interessata



L’aggiornamento sull’indebitamento richiesto dalla Consob. Via libera del Mise allo spezzatino di Condotte

astaldi salini impregilo news

Sale ancora il debito di Astaldi, il gruppo in concordato preventivo al centro di un piano di salvataggio da parte di Salini Impregilo che ne farà il fulcro del suo Progetto Italia. Intanto il Mise ha firmato il decreto che autorizza l’esecuzione del programma di cessione, in continuità, delle attività aziendali di Condotte, società in amministrazione straordinaria il cui portafoglio è stato spacchettato in due parti, a cui si aggiunge la controllata Inso.

Astaldi, cresce l’indebitamento netto

L’aggiornamento sul debito di Astaldi è arrivato dal gruppo delle costruzioni assieme ad altre informazioni richieste dalla Consob. A fine 2018 l’indebitamento finanziario netto ha raggiunto i 2,19 miliardi di euro, in ulteriore aumento dai 2,01 miliardi al 30 settembre 2018. Una conferma della situazione di crisi del’azienda romana, in un crescendo di aspettative per il progetto di sistema targato Salini Impregilo che dovrà vedere la luce entro le prossime settimane. L’offerta su Astaldi è attesa infatti entro il 20 maggio. Il fabbisogno complessivo del nuovo polo italiano delle costruzioni è stato stimato in 400-500 milioni.

Condotte in vendita, l’interesse di Salini Impregilo

Intanto il ministero dello Sviluppo economico ha licenziato il decreto relativo alla vendita degli asset di Condotte Spa. Salini Impregilo è interessata a rilevare attività del gruppo nell’ambito del suo Progetto Italia, che dovrebbe vedere un sostegno da parte della Cdp e coinvolgere altri nomi del settore come Trevi, Grandi Lavori Fincosit e Cmc. Fra l’altro Salini Impregilo ha già preso da Condotte la maggioranza di Cossi: l’accordo, firmato ai primi di aprile, prevede che Salini Impregilo arrivi a detenere il 63,5% dell’azienda, che tuttavia manterrà all’interno della sua compagine azionaria la famiglia Cossi e la Banca Popolare di Sondrio.

Quanto alle altre attività di Condotte, il programma prevede uno spezzatino tra asset core e non core, mentre viaggia su un binario parallelo la procedura per la controllata Inso, con un portafoglio lavori di 1 miliardo e 450 addetti.

Le attività core riguardano invece una quindicina di commesse, per un valore di 1,65 miliardi con oltre 1.000 occupati. Fra queste: il Tunnel del Brennero, la Città della Salute a Sesto San Giovanni e la Roma-Viterbo.

Il portafoglio non core include la Tenuta di Roncigliano e Condotte America.

Intanto in Borsa le azioni Astaldi segnano un rialzo dello 0,42% a 71 centesimi, Salini Impregilo -0,79% a 2,02 euro.

carige news piano 17-07-2019 — 10:09

Carige, arriva nuovo piano: utile nel 2022, banca più leggera

Prevista una forte riduzione dei crediti deteriorati, al punto che l’Npe ratio lordo crollerebbe sotto il 5%

continua la lettura