Lun 30 Gennaio 2023 — 09:01

Ac Milan passa al fondo americano RedBird, equity value 1,2 miliardi



La società rossonera e la nuova proprietà alzano il velo sull’operazione. Elliott manterrà una quota di minoranza

cardinale milan redbird

Ac Milan passa sotto il controllo del fondo americano RedBird. La vendita dopo i rumors degli ultimi giorni è ufficiale. RedBird Capital Partners ed Elliott hanno sottoscritto oggi un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di RedBird dell’Associazione Calcio Milan.

Il passaggio alla nuova proprietà, che prevede un equity value di 1,2 miliardi di euro, avverrà formalmente nel corso dell’estate, con il closing previsto entro settembre.

L’accordo, che appunto valuta il Milan Campione d’Italia 1,2 miliardi euro, prevede che Elliott mantenga una partecipazione di minoranza nella società rossonera, nonché propri rappresentanti nel Consiglio di amministrazione, consolidando così una partnership tra RedBird ed Elliott che darà continuità ai progressi compiuti sotto la guida di Elliott negli ultimi quattro anni.

Elliott, fra le altre offerte arrivate come quella di Investcorp, ha puntato su RedBird per il miglior pacchetto di insieme della proposta del fondo Usa – tra offerta economica, struttura finanziaria e progetto industriale – che ha già una rilevante esperienza nella gestione di società sportive a livello internazionale. Il progetto del nuovo azionista di controllo, condiviso da Elliott che resterà socio, sarà quello della creazione di una media company e di una spinta ai ricavi per cercare di allinearli a quelli dei grandi club europei.

La priorità per RedBird, viene spiegato, è di proseguire il lavoro con l’area sportiva e il management per dare continuità al percorso del Milan, puntando a un ritorno ai vertici del calcio mondiale. Si riparte fra l’altro dalla Champions League.

Gerry Cardinale (nella foto con Paolo Maldini), Fondatore e Managing Partner di RedBird, ha già incontrato tutte le componenti del Milan, oltre all’ad Ivan Gazidis e al presidente Paolo Scaroni. Oggi ha visto i dirigenti dell’area tecnica, Paolo Maldini e Frederic Massara, che dovrebbero restare al Milan anche con la nuova proprietà firmando un prolungamento di contratto. Cardinale ha già anche incontrato Stefano Pioli, con cui si è complimentato per la conquista dello scudetto.

Cardinale è intervenuto oggi spiegando: “Odio perdere, mi sento un vincitore come lo siete voi. Voglio vincere. Il futuro dovrà essere costruito sui successi raggiunti finora con determinazione e volontà di vincere”.

“Abbiamo il ruolo di custodi e gestori di quanto è stato costruito finora – ha osservato Cardinale – . Dobbiamo farlo con umiltà e riconoscendo il lavoro di squadra. Quando ho iniziato nel mondo dello sport, 25 anni fa, lo sport era diverso: oggi sono molti gli interessi coinvolti, di business e di capitali, c’è un impegno diverso ma sempre con lo stesso sentimento e determinazione di vincere”.

Gordon Singer, Managing Partner di Elliott, ha ricordato: “Quando Elliott ha acquisito AC Milan nel 2018 abbiamo ereditato un Club con una storia straordinaria, ma con seri problemi finanziari e prestazioni sportive deludenti. Il nostro piano era semplice: creare stabilità finanziaria e riportare il Milan nel posto che gli spetta nel calcio europeo. Ritengo si possa dire che abbiamo raggiunto entrambi gli obiettivi. In questo momento di transizione verso il prossimo capitolo della storia del Milan, voglio esprimere il nostro più profondo sentimento di umiltà, orgoglio e soprattutto gratitudine per le esperienze che abbiamo condiviso con ogni membro della famiglia Milan: non avremmo potuto fare niente di tutto questo senza di voi, il Popolo Milanista”.

Borsa italiana oggi 30-01-2023 — 08:19

Borsa italiana oggi: Stellantis, Eni, Unicredit

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura