Mar 07 Febbraio 2023 — 02:25

Obbligazioni Eni 2028, conviene comprarle?



Filippo Alloatti, Head of Financials (Credit) di Federated Hermes, risponde ai dubbi dei nostri lettori

obbligazioni eni conviene

Il nuovo bond Eni sostenibile, durata 5 anni e un rendimento potenzialmente attraente grazie a un tasso minimo del 4,3%, sta andando a ruba, al punto che ieri nel primo giorno dell’offerta gli ordini avrebbero superato di gran lunga il miliardo, che è anche l’obiettivo minimo di raccolta del colosso petrolifero. Non a caso da alcuni giorni a redazione@finanzareport.it riceviamo domande dei nostri lettori sulle obbligazioni Eni 2028, se conviene acquistarle, sul collocamento e la sottoscrizione del titolo (ISIN: IT0005521171). L’offerta, ricordiamo, termina il 3 febbraio ma potrebbe essere chiusa anticipatamente. Il rendimento è sostanzialmente allineato al Btp ma non sono previste spese o commissioni di sottoscrizione. La tassazione però è al 26% contro il 12,5% dei titoli di stato. Fra l’altro Eni è una partecipata pubblica. Per rispondere agli interrogativi dei lettori, abbiamo anche intercettato Filippo Alloatti, Head of Financials (Credit) di Federated Hermes. Di seguito la domanda di un lettore e a seguire la risposta del gestore.

Obbligazioni Eni, conviene puntarci?

“Buongiorno, sono un piccolo risparmiatore che investe principalmente in titoli di stato, diversificando, con lo scopo di proteggere il capitale. Tutti parlano delle nuove obbligazioni Eni 2028, vorrei capire se conviene puntarci a fronte dei rendimenti offerti in questo momento sul mercato”.

Risponde Filippo Alloatti, Head of Financials (Credit) di Federated Hermes

“Il Cane a Sei Zampe torna sul mercato obbligazionario retail con l’offerta di un bond sustainability-linked (SLB). A livello societario la descrizione e il dettaglio dei target sono molto ben articolati e tra i piu’ trasparenti tra le imprese oil & gas globali.

Filippo Alloatti, Head of Financials (Credit) di Federated Hermes

Filippo Alloatti (Federated Hermes)

Tuttavia nell’ossatura (framework) SLB dell’ENI non è chiaramente spiegato come una tale obbligazione aiuti il raggiungimento degli obiettivi net zero da qui al 2050. Non in maniera diretta.

Il rendimento anche al tasso minimo pare appetibile se confrontato con le obbligazioni istituzionali Eni in euro scadenza a Settembre ‘28 (rendimento del 3.7%) e la 4.75% scadenza Settembre ’28 (5% in dollari, per un rendimento equivalente del 3.9% in €)”.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura