Sab 04 Aprile 2020 — 23:18

Diamanti Mps, ritardano i rimborsi?



La banca ha deciso di rimborsare le pietre al 100% e di accelerare le pratiche, ma la segnalazione di un lettore lamenta un ritardo fuori programma

diamanti mps

Torna d’attualità dopo soli pochi mesi la vicenda dei diamanti da investimento “gonfiati”. Il rimborso di un cliente da parte di Mps, una delle banche coinvolte, sarebbe in ritardo oltre il previsto, secondo una segnalazione ricevuta a redazione@finanzareport.it. Mps, lo ricordiamo, ha deciso di rimborsare i diamanti al 100%, e di accelerare le pratiche di rimborso. Tuttavia il lettore lamenta una lunga attesa. Di seguito la segnalazione del lettore e sotto la risposta del direttore di Finanza Report, Alessandro Bonini.

“Anche io avevo investito dei risparmi sui diamanti con il Monte dei Paschi di Siena. Ho presentato domanda di rimborso nel settembre 2018 e sono stato contattato dalla banca per fornire tutta la documentazione necessaria, Nel giugno 2019 ho firmato un documento in cui la banca mi comunicava che entro 20 giorni dalla firma dello stesso mi avrebbero contattato per la restituzione del diamante, e nel giro di altri 20 giorni avrebbero fatto il bonifico della somma investita. Sono passati 3 mesi, ma resto in attesa di notizie dalla filiale Mps di Abbadia San Salvatore e dall’Ufficio reclami”.

C. B.

Gentile lettore,
grazie per la segnalazione. Le suggeriamo di attendere i tempi della… burocrazia bancaria, talvolta difficili da gestire, ma pur sempre in contrasto con la legittima esigenza di poter disporre del proprio denaro. Spero che il nostro articolo contribuisca a smuovere le acque. Ma ci ricontatti nelle prossime settimane se non dovesse avere notizie (per lei positive). Cordiali saluti A B.

AGGIORNAMENTO DEL 20/09/2019: LA RISPOSTA DI BANCA MPS

“Banca Monte dei Paschi di Siena conferma l’impegno a rimborsare i clienti al 100% e precisa che le scadenze temporali riportate dal cliente della filiale di Abbadia San Salvatore non sono quelle previste nell’accordo sottoscritto dal cliente stesso. Segnaliamo, inoltre, che le richieste ricevute nel mese di giugno 2019 sono in corso di lavorazione e saranno a breve evase”.

Borsa milano 03-04-2020 — 11:31

Borsa Milano giù, crollo per Intesa Sanpaolo e Ferrari

Riprendono gli acquisti sul petrolio con una riunione in programma lunedì tra Opec e Russia, che potrebbero trovare un accordo su un taglio della produzione dopo la guerra dei prezzi delle ultime settimane. Sul fronte macro, negli Usa sono andati persi a marzo ben 701.000 posti di lavoro

continua la lettura