Finanzareport.it | Criptovalute, come investire senza sorprese? - Finanza Report

Mer 24 Aprile 2024 — 18:51

Criptovalute, come investire senza sorprese?



Alessandro Bulgarelli, Chief Information Security Officer di Bper Banca, risponde al quesito di un lettore

criptovalute come investire

Criptovalute nella bufera: ultimo caso in ordine di tempo quello di Coinbase, la più grande piattaforma cripto degli Stati Uniti, quotata sul Nasdaq, finita nel mirino della Sec con l’accusa di presunte violazioni dei regolamenti sugli scambi. Solo un avvertimento, per ora, tramite il cosiddetto “Wells notice” da parte della Consob americana, cui sono seguite rassicurazioni da parte del gruppo, rivolte soprattutto alla clientela, sulla correttezza dell’operato e sulla continuità delle operazioni. Non è andata altrettanto bene agli investitori di Ftx nel cui crac sono rimasti coinvolti 100mila clienti italiani per un impatto di circa 2 miliardi. E nelle scorse settimane in Italia il blocco dell’operatività di Rock Trading, la “più longeva” piattaforma tricolore di valute digitali, è sfociato in perquisizioni e denunce. E’ presto per dire se stia davvero “crollando il castello delle criptovalute”, come è stato scritto, dopo gli scandali più o meno famosi e una miriade di crypto scam. Certo è che diversi investitori restano interessati al mondo delle criptovalute, solo si chiedono come investire per non rimanere scottati. Diverse le “lettere” ricevute a redazione@finanzareport.it negli ultimi tempi su questo argomento. Vediamo l’email di un lettore e la risposta che abbiamo affidato a Alessandro Bulgarelli, Chief Information Security Officer e responsabile del Servizio Security & Business Continuity (Ciso) di BPER Banca

Criptovalute, come investire in sicurezza?

“Buongiorno, dopo gli scandali ormai quotidiani in arrivo dagli Stati Uniti e non solo, mi chiedo se sia ancora possibile muoversi con sicurezza nel mondo delle criptovalute, e come investire senza rischiare… fregature (al di là ovviamente della volatilità di questi particolare classe di investimento)”. (Lettera firmata).

Risponde Alessandro Bulgarelli, Chief Information Security Officer e responsabile del Servizio Security & Business Continuity (Ciso) di BPER Banca

Le truffe sugli investimenti, in particolare legate alle criptovalute, spesso promettono altissime rendite a “rischio zero” e generalmente vengono avviate sui social media e su app o siti di incontri online. Queste truffe possono iniziare anche con un messaggio, un’e-mail o una chiamata telefonica inaspettati.

Tali truffe possono riguardare sia l’investimento in sé sia il pagamento.

Generalmente queste frodi si svolgono nelle modalità di seguito descritte.

Un cosiddetto “gestore degli investimenti” contatta la potenziale vittima di punto in bianco promettendo importanti rendite derivanti da investimenti a lui noti e garantiti come sicuri, realizzabili, però, solo se eseguiti in criptovaluta e trasferiti sul suo conto online.

Il sito Web di investimento a cui indirizzano sembra reale, ma, a tutti gli effetti, risulta falso così come le promesse di guadagno. I tentativi di accesso al cosiddetto “conto di investimento”, risultano impossibili così come sarà impossibile recuperare i propri soldi o, al limite, solo dietro il pagamento di commissioni elevate.

In alcuni casi un truffatore può fingere, addirittura, di essere una celebrità che può moltiplicare qualsiasi criptovaluta a lui inviata. Una volta convinta la vittima di essere effettivamente una di queste celebrità del cinema, del mondo della musica o dello spettacolo, le invia link a siti, o, ancora più frequentemente, dei codici QR legati a portafogli elettronici di criptovalute. La vittima, ignara del raggiro e ritenendo il “testimonial” affidabile, utilizza tali link e codici QR per muovere criptovaluta verso questi portafogli elettronici dai quali, in seguito, non otterrà alcun accesso, né profitto né, tantomeno, riaccredito del capitale inizialmente investito.

Un’altra sfera utilizzata dai truffatori in ambito “crypto scam” è quella legata agli “interessi amorosi” online. Il modus operandi è piuttosto semplice e inizia con l’utilizzo di siti di incontri on-line nei quali in seguito a primi contatti di natura “romantica”, alla vittima vengono forniti consigli di investimenti da effettuare con criptovaluta. Ovviamente tali linee di investimento risulteranno poi vere e proprie frodi al pari di quelle già descritte e, purtroppo, con possibilità vicine allo “zero” di recupero delle somme movimentate.

Naturalmente quelli descritti sono solo alcuni degli esempi di possibili frodi in questo ambito, derivanti dalle segnalazioni di clienti bancari frodati. I frodatori sono alla continua ricerca di nuove modalità per attaccare i risparmiatori basandosi su logiche principalmente legate al “social engineering”, e cioè a tecniche di persuasione volte a sfruttare malevolmente la tendenza delle persone a “fidarsi degli altri”.

In termini di suggerimenti per identificare ed evitare tali truffe si possono fornire le seguenti indicazioni:

  • I truffatori garantiscono grandi rendite dagli investimenti che propongono. Nessuno può dare queste garanzie. Tanto meno in poco tempo. E non c’è niente di “basso rischio” negli investimenti in criptovaluta.

Quindi: se un’azienda o una persona promette che verrà realizzato un profitto, si tratta sicuramente di una truffa e questo anche se c’è l’approvazione di una celebrità o testimonianze di altri investitori felici.

    • I truffatori spesso promettono di ottenere criptovaluta gratis. Le criptovalute si ottengono per conversione di valuta ordinaria o per attività di calcolo molto onerose dette “mining” dalle quali, a meno di possedere strumenti particolarmente capaci dal punto di vista del calcolo computazionale (potenze generalmente a disposizione di centri di calcolo rilevanti, non a personal computer domestici), è molto improbabile poter ricavare guadagnare cifre considerevoli
    • I truffatori fanno grandi affermazioni sui rendimenti ma senza fornire dettagli o spiegazioni su come essi vengono maturati limitandosi a focalizzare l’attenzione sul fatto che trattandosi di criptovaluta i guadagni sono semplici, facili e immediati. Ovviamente tali affermazioni non possiedono alcuna validità e ciò è dimostrato anche dall’andamento assolutamente aleatorio del mercato dei cambi delle criptovalute

sanlorenzo borsa 24-04-2024 — 03:44

Raccomandazioni dei broker del 24 aprile 2024

Anche oggi diversi titoli di società italiane finiscono sotto la lente delle banche d’affari

continua la lettura
Telegram Finanza Report